lunedì 7 maggio 2018

A tutto recupero - Orecchini con stoffa e collana multifilo a crochet



Quelli che vi presento oggi sono due lavori che hanno come filo conduttore il recupero.

Sono sempre più convinta che spesso  per problemi di spazio oppure perchè ci facciamo attrarre dalle novità che il mercato ci propone, per tanti motivi insomma buttiamo cose che con una veste diversa potrebbero tornare ad essere utili.

L'ispirazione per gli orecchini che vedete qui sotto mi è stata data da un'amica che voleva abbinare ad un vestito degli orecchini che avessero la stessa fantasia dell'abito.

Ci ho pensato un po' e visto che quello che vedevo su internet non mi convinceva ho pensato di ricavarli da un semplice tappo di bottiglia in sughero; dopo avere tagliato due cerchi della stessa misura e diametro li ho ricoperti con la stoffa completando poi il tutto con delle perline recuperate da vecchie collane.
Ho aggiunto in ognuno un chiodino per orecchini con la cosidetta "monachella" e voilà...







Per il secondo lavoro invece cercavo qualcosa che mi consentisse di usare del cotone che già avevo in casa e nello stesso tempo  della vecchia bigiotteria regalatami da un'amica.

Dopo molto girovagare sul web sono rimasta affascinata dalle collane multifilo, semplici e veloci  da fare ma molto d'effetto come potete vedere dalla fotografia.

Gli elementi di bigiotteria incorporati nel filo sono cristallini recuperati da un vecchio bracciale

A me piace molto e a voi?





Qui sotto il  link del tutorial che ho visualizzato per questa creazione


Buon lavoro e alla prossima!

mercoledì 4 aprile 2018

Tegole ambientate - Notting Hill - Step by step

I






Se dovessi stilare una classifica in campo creativo direi senza ombra di dubbio che le ambientazioni su tegola rivestono un posto d'onore per quanto riguarda la passione e la dedizione che cerco di metterci pur di arrivare ad un risultato soddisfacente; non sono lavori che faccio di frequente visto che assorbono molta energia ma come al solito le emozioni giocano un ruolo fondamentale e quando l'ispirazione arriva non si può fare altro che iniziare...

In questo video mostro i vari passaggi per creare la tegola ambientata che ho chiamato Notting Hill proprio perchè ispirata alla celebre libreria dell'omonimo film...buona visione.

lunedì 26 febbraio 2018

Bigiotteria con pasta modellabile, primi esperimenti


Capita che qualcuno mi chieda se ho mai partecipato ai mercatini, la risposta e' no, non l'ho mai fatto e penso proprio di non farlo mai, motivo? 


Non riuscirei a preparare un numero svariato di pezzi sia che si tratti di tegole che di altri generi in cui mi sono cimentata, lo troverei noioso e ripetitivo e quello che per me e' un hobby, anzi una passione diventerebbe qualcosa di forzato perdendo in spontaneità e di quella voglia di sperimentare che tanto mi appaga, insomma, lavori in serie... no grazie...



In questo periodo per esempio sto sperimentando la bigiotteria con la pasta modellabile e questo e' uno degli ultimi lavori; la tecnica e' ancora quella materica, (la mia passione) dove le paste si fondono ai colori e con la foglia d'argento creano vari effetti.








Orecchini  colori acrilicri
 Orecchini colori acrilici e foglia oro




Al prossimo esperimento!

giovedì 4 gennaio 2018

Ispirata al film Notthing Hill riproduzione su tegola


Ci sono lavori che racchiudono sentimenti di amicizia e amore, ed è proprio da queste emozioni che nasce questo ultimo lavoro su tegola dove l'ambientazione prende ispirazione dalla famosa libreria del film "Notthing Hill"...un omaggio per suggellare un'amicizia nata tanti anni fa in un paese al di là della Manica...















lunedì 18 dicembre 2017

Sulle tele materiche componibili papaveri per immortalare l'estate


Il tempo è tiranno e come sappiamo anche per noi creativi il periodo che precede il Natale è un momento di grande impegno.

Quello che pubblico è un lavoro di un paio di mesi fa; dovevo "riempire" una parete di casa motivo per cui, visto che mi piacciono molto le tele componibili  ho pensato di inserire nel lavoro questo soggetto per immortalare nella composizione un fiore che dell'estate è un po' il simbolo.

Papaveri quindi per questo lavoro materico in cui si alternano malte, gesso oltre alla foglia d'argento per conferire all'insieme più luminosità...anche in queste giornate invernali un po' buie.

Buone feste a tutti e alla prossima!




venerdì 6 ottobre 2017

Riciclo avanzi di lana - Nella coperta log cabin ricordi sul filo delle emozioni



Ci sono lavori dove sentimenti ed emozioni si alternano tenendo vivi i ricordi del passato e arrivano fino a noi per scaldarci il cuore...








Avanzi di lana di varie fattezze e colori giacevano inutilizzati in un cassetto, un maglione, una sciarpa, chissà quante idee erano uscite da quei fili....da qui l'idea d riutilizzarli per creare qualcosa che ricordasse  una persona che non c'è più.

In realtà non amo molto le coperte lavorate con avanzi di lana o cotone ma questa tecnica trovata in rete mi è piaciuta da subito.

"Log Cabin" si chiama questo metodo  che può essere ai ferri o come nel mio caso ad uncinetto e prende il  nome dalle capanne di tronchi, piccole strutture costruite con tronchi d'albero nell'800  in America.

Il lavoro a crochet (uncinetto) procede tutto a mezzo punto alto, ogni piastrella consiste in una centrale che io ho creato con una catenella  base di 13 catenelle, e circa 15 righe (ma quello lo decidete voi).
Per unirle ho volutamente lasciato ben visibili i punti cuciti con l'ago per la lana.

Ci sono vari schemi da seguire in base al risultato che si vuole ottenere quindi vi consiglio di cercare in rete "log cabin uncinetto o ferri," troverete molti tutorial e spiegazioni e  senz'altro quello che fa al caso vostro. 

Personalmente si è aperto un mondo proprio per le svariate possibilità di schemi, disegni e colori che nell'insieme rendono il risultato molto attuale.


Buon lavoro e...alla prossima!









giovedì 20 luglio 2017

Collane tubolari a uncinetto con accessori di recupero



Come mi capita ogni anno questo é il periodo che dedico maggiormente al crochet, poco impegnativo  e che può diventare un passatempo anche in vacanza visto che il materiale consiste solo in un gomitolo ed un uncinetto.

Quello che vedete nella  foto seguente  è un lavoro in cui ho dato spazio anche alla fantasia del riciclo; avendo questa mania di buttare pochissimo (o perlomeno non prima di un'accurata analisi di ciò che potrei riutilizzare),  ho arricchito questa collana tubolare con qualche  particolare di metallo dorato fra cui una catena e delle fibbie recuperate da una vecchia borsa.

Per la collana tubolare ho usato   un uncinetto n. 3 e circa 50 gr. di cotone blu di medio spessore  lavorandolo come segue:

- dopo aver creato un "anello magico" ho avviato cinque catenelle, ho chiuso il cerchio con un bunto bassissimo agganciando l'ultima catenella alla prima, dopodichè ho cominciato a lavorare in tondo con dei punti bassi, fino ad arrivare alla lunghezza desiderata.
Ho inserito e poi fissato con dei piccoli punti il materiale metallico dopodichè ho avvolto il tubolare nel modo desiderato.

Piccolo "escamotage" per le cuciture: perché risultino invisibili potete usare lo stesso cotone della collana estraendo uno dei fili che così sottile entrerà facilmente nell'ago.







La seconda invece è stata lavorata in modo da creare delle piccole corolle che ricordano delle palline; il metodo è lo stesso spiegato nel post precedente; per questa ho usato un cotone di vari colori che ho trovato al mercato, molto colorato ed estivo si addice alla stagione,  motivo per cui io non ho saputo resistere e voilà!




Alla prossima e buone vacanze a tutti!

Post in evidenza

Ambientazione per presepe su tegola: "Il borgo del fornaio"

Anche se la mia creatività spazia nei vari campi, ricreare ambientazioni, soprattutto su tegola, rimane la mia principale passione. Quel...